La manovra d’autunno

29911183_renzi-in-mezzo-al-guado-riforme-elezioni-anticipate-3Una manovra da ben 16 miliardi in autunno, con relativa perdita dell’immagine di quello che non mette le mani nelle tasche degli italiani. Anzi! Per Pittibimbo, che non a caso accelera sulle riforme, si profila un settembre all’insegna del massimo realismo finanziario.

Lo sanno Re Giorgio, che ieri lo ha difeso a spada tratta nel duello con i tedeschi (come si fa nei momenti gravi) e lo sa perfino il Berlusconi Silvio, che ai suoi dice: “Tranquilli, non siamo sdraiati su Renzie, lui resta quello delle tasse e tra poco si scoprirà il giochetto dietro agli 80 euro. Gli spazi per fare opposizione ci sono eccome”.

C’è che dei 10 miliardi delle privatizzazioni avviate da Enrico Letta, si rischia di vederne un decimo, con lo Stato costretto ad anticipare la vendita di pacchetti Eni ed Enel, dopo che Francesco Caio ha stoppato la vendita di Poste Spa. E poi ci sono 7 miliardi di mancata crescita, figli di previsioni ottimistiche sul pil 2014 (+0,8%), che invece rischia di non aumentare di una virgola.

Leggi l’intero articolo di Dagoreport

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...