Archivi categoria: cultura

La sconfitta dell’imperatore (Paolo Conti)

image«Fare sistema». Quante volte (migliaia? decine di migliaia?) abbiamo sentito usare questa espressione da tutto il Palazzo politico italiano: dai vari presidenti del Consiglio, e i loro ministri, passando per regioni e province, approdando ai sindaci e agli assessori. è un banale luogo comune: indica ciò che dovrebbe contraddistinguere uno Stato moderno da uno litigioso e arcaico. Fare sistema significa darsi un grande progetto e perseguirlo fino in fondo. E non comportarsi, invece, com’è accaduto per il Bimillenario della morte di Augusto, il fondatore dell’Impero romano, che si celebra proprio oggi.

Mettiamo mano all’archivio, è il 20 febbraio 2006, il sindaco è Walter Veltroni. La giunta approva la delibera per il bando di concorso di riqualificazione di piazza Augusto Imperatore: «Sarà espletato nel 2006 e avremo i vincitori già ad ottobre 2006, il costo dell’operazione sarà di venti milioni di euro», dichiara l’assessore all’Urbanistica, Roberto Morassut.

Continua a leggere

Quando perdi non perdere la lezione: l’Italia del calcio

Nazionale Italiana gioco calcio“Quando perdi non perdere la lezione” diceva il Dalai Lama.

La brutta sconfitta dell’Italia ai campionati del mondo di calcio ci deve far riflettere soprattutto per le reazioni post partita.

Vi segnalo l’articolo di Mattia Losi pubblicato su Il Sole 24 Ore  in cui l’autore ci spiega come sia sbagliato incolpare l’arbitro Rodriguez e Mario Balotelli per l’umiliante (sportivamente) eliminazione.

Ma nel contempo non possiamo che stigmatizzare le dichiarazioni di Buffon e De Rossi verso il compagno di calcio (giovani che fanno le figurine invece di agire sul campo).

Mi hanno insegnato che sia nel lavoro che nella vita privata i panni sporchi si lavano in famiglia. Invece questa volta i due giocatori più rappresentativi della squadra, con un passato comportamentale non cristallino, al termine della partita hanno preferito, invece di tacere, dimostrare di non essere dei leader scaricando tutto addosso a Super Mario.

Continua a leggere