Archivi tag: Luca Lotti

Chi non sopporta Matto Renzi

unnamedPrima ancora di vedere il gioco di prestigio del “bonus” sulle pensioni i poteri forti hanno emesso la loro sentenza su Matteo Renzi: è un venditore di fumo, con l’aggravante di essere uno che governa praticamente da solo. Ma al momento non ci sono alternative e solo una crisi economica può scalzare il bulletto di Rignano sull’Arno da Palazzo Chigi, anche se una sconfitta alle elezioni in Liguria potrebbe aprirgli una ferita dolorosa sul fianco sinistro e metterne in discussione il potere.

 Ma i giudici della Consulta non sono i soli a guardare a Renzi come un mezzo intruso. Nell’avvocatura dello Stato, tra i consiglieri di Stato e in generale tra tutti i grand commis c’è una sorda avversione per il primo presidente del Consiglio che ha scelto di non avvalersi dei “professionisti delle leggi”, ma di privilegiare il Giglio magico e gli amici degli amici.

Lo stesso discorso vale per questori e prefetti: l’ossatura del Viminale e della Polizia di Stato non ama personaggi un po’ arroganti come Renzi e preferisce un tratto più democristiano. Ed è cambiata l’aria anche tra i carabinieri, dove con il passaggio di consegne tra Leonardo Gallitelli e Tullio Del Sette il tasso di anti-renzismo è salito nettamente (mentre alla Guardia di Finanza, guidata dal generale Capolupo, i renziani sono in maggioranza). Continua a leggere

La vera storia di come Renzi ha deciso di puntare tutto sul nome di Matteralla

verdini-knTB-U4306098877906oNF-593x443@Corriere-Web-SezioniC’è un partito di Denis Verdini. Renzi lo sa ed è uno dei motivi per i quali ostenta tanta tranquillità sul futuro delle riforme e del suo governo. Per ora si tratta solo di una quindicina di deputati, ma sono numeri che possono essere decisivi al Senato, dove il margine di sicurezza di Renzi è di 11 voti soltanto.

Il partito di Verdini forse verrà allo scoperto nelle prossime settimane, visto che in Forza Italia siamo in pieno “tutti contro tutti” e Silvio Berlusconi comincia a farci i conti adesso, più che altro perché le pie donne del Cerchio Magico gliene parlano con insistenza.

E poi qualcuno gli ha spifferato che i verdiniani hanno votato Mattarella e in effetti sembra proprio che sia andata così. Ma Renzie il partito di Verdini lo conosce da più tempo, e ne ha tenuto conto per giocare la sua partita sul Quirinale.

Continua a leggere